In un accesso d'ira ho sbattuto la porta di casa e sono uscita sulle scale, ma ovviamente non potevo andare da nessuna parte.

La quarantena mi priva della possibilità di gesti teatrali.

Avrei voluto andare in terrazza, ma nel buio non trovavo il cacciavite che serve per aprire la porta - la quarantena mi ha insegnato come forzare una serratura.

Cosí mi sono semplicemente accasciata su un gradino, ho fumato una sigaretta in mezzo alla polvere e sono tornara a casa e sono andata a dormire come se nulla fosse.

26.03.2020


Oggi é morto il padre di uno dei miei più cari amici al mondo.


Per la prima volta, in questa quarantena, provo immenso dolore, angoscia e nostalgia.

27.03.2020


Mia madre oggi al telefono mi ha raccontato che, siccome non riusciva a trovare la farina bianca al supermercato vicino a casa, ha dovuto preparare il plum-cake con la farina integrale. Mi ha detto che  il lievito di birra é introvabile.

Io le ho risposto che almeno, qui a Barcellona, é finalmente riapparsa la carta igienica. 


Abbiamo riso.


Avevamo entrambe una voce serena.


Come se si trattasse di una conversazione normale.

Using Format